Andarci vicino conta solo a bocce.

Screenshot 2017-11-11 19.29.40

Andarci vicino conta solo a bocce, già. La prima è andata, male, peggio di quanto temessimo. Resta San Siro, lunedì, a tenerci ancorati al sogno Mondiale. In attesa della serata di Milano, O mia bela Madunina, etc, raccontiamo questo pessimo Svezia-Italia attraverso le parole migliori (secondo me, almeno) che vi siano passate per la testa ieri sera.

Il giorno dopo fa male come quando avevi 13 anni. Questo è il bello del calcio.
(Jvan Sica)

Io penso che la RESPONSABILITÀ sia della JUVE. Senza ironia. Una responsabilità INVOLONTARIA e INDIRETTA, ma reale. È stata innegabilmente il traino del calcio italiano, tranne in rari e brevi momenti (epopee di Milan, Inter, Bologna, Cagliari). Ogni momento bello del calcio azzurro è stato caratterizzato dal blocco, o per lo meno dalla presenza massiccia, di giocatori della Juve. Ora, l’ossessione di quella coppa, e delle vittorie immediate, in serie, ha rallentato il processo di ringiovanimento della squadra, cosicché quei calciatori italiani quali De Sciglio, Sturaro, Mandragora, Orsolini, Caldara, Bernardeschi, Spinazzola e chissà quanti altri (certo, magari qualcuno non sarà mai all’altezza, ma non lo possiamo sapere) non sono ancora pronti. Giocano oggi in Nazionale veri campioni ma alla frutta e poi calciatori di medio livello, che negli anni belli avrebbero faticato a essere convocati tra i “quaranta”. Vorrei una Juve più italiana, come lo è stato sempre, e più giovane, magari con qualche record in meno. Detto questo, è chiaro che un club faccia i propri interessi, magari non necessariamente convergenti con quelli della Nazionale. Comunque spero davvero, e con tutto il cuore, che ce la facciamo.
(Bruno Barba)

Comunque è davvero sbagliato dare la colpa all’arbitro. Davvero sbagliato.
(Riccardo Cucchi)

(Vujadin Boskov)


No. Dare responsabilità all’arbitro no. Grazie.
(Marco Mazzocchi)

Considerando che siamo con un piede e mezzo fuori dai mondiali:
1) Niente IKEA per un bel po’,
2) tra Borg e McEnroe tifavo McEnroe,
3) le ragazze svedesi dopo i 40 sono tutte grasse
4) E gli Abba erano sopravvalutati.
(Lapo De Carlo)

Immobile che dice a Lindelöf “a bucchin e mammt” è purtroppo il momento migliore della serata.
(@Lorenzo_Derfel)

Ventura “San Siro ci dovrà prendere per mano” Ma pure San Gennaro, San Francesco, Sant’Antonio, Santa Lucia, Santa Chiara…
(@rosnasti)

Io non ci voglio nemmeno pensare ad un mondiale senza l’Italia. Cioè tanto vale non fare neanche l’estate e passare direttamente dalla primavera all’autunno.
(@Masse78)

L’ideale sarebbe che Ventura rimanesse in Svezia fino a martedì .
(Gene Gnocchi)

Italia più brutte della storia che io ricordi sono 1986 e 2010, ma venivano dopo la vittoria mondiale. Questa non ha alibi @paolorossi1965. Preghiamo San Siro, ma poi?
(Simone Stenti)

La verità è che stasera non sembra Svezia contro Italia. Sembra Ikea contro Mondo Convenienza.
(Matteo Grandi)

Ho già capito che gli unici italiani ad andare in Russia nel 2018 saranno Pupo, Al Bano e Toto Cutugno.

(@Zziagenio78)


Io prenderei Mazzarri per la gara di ritorno. O Mazzone.
(Francesco Savio)

L’Italia si dimostra una nazione con 60 milioni di allenatori. Meno uno.
(Unfair Play)

L’esperienza internazionale di Chiellini.
(Davide Enia)

Io continuo ad amarti… cambiamo i calciatori come nel ’68 e speriamo.
(Jvan Sica)

Il calcio svedese (a parte qualche rara eccellenza) è uno dei campionati di basso livello (basti pensare che giocano in Estate) che esistano in Europa. E pensare che l’Italia 4 volte campione del Mondo rischi di restare fuori è alquanto deprimente. Detto ciò vista la pochezza vista stasera io farei un pensierino per Pirlo, Del Piero e Totti titolari a San Siro. Farebbero bella figura rispetto a quelli visti stasera.
(Mohamed Rmaily)

Avevo suggerito il 4-3-3 con Candreva, Immobile e Insigne. È troppo comodo dire che, se il ct mi avesse dato retta, non sarebbe finita com’è finita. Ventura ha le sue responsabilità -su tutte il “casino disorganizzato” che sembra diventato l’ultimo manifesto della sua gestione- ma vogliamo parlare di Immobile, di Verratti, di Candreva eccetera eccetera? Belotti non era al massimo, e proprio per questo sarebbe stato più “furbo” impiegare Eder. Se ne devo salvare uno, salvo Darmian.
Gli svedesi di Andersson sono stati di parola: palla alta e sgomitare. Ma non ho colto segni di violenza, se non nell’agguato iniziale di Toivonen al nasino di Bonucci. Mi aspettavo di più anche da quel genietto di Forsberg. L’arbitro, amministratore fin troppo pacioso di condomini che si graffiavano a ogni intervento, non ha inciso.
Eravamo lenti, imprecisi, confusi. A San Siro, lunedì, serve una rimonta che non so quanto Ventura abbia nelle corde. La sveglia deve venire dagli anziani. Da un po’ più di coraggio. E, magari, da un Insigne titolare.
(Roberto Beccantini)

Ventura in Russia… in Siberia.
(Emanuele Santi)

Al palo di Damian, ho iniziato a pensare che vinceremo il Mondiale. Mi ha rovinato il 1982.
(Paolo Rossi)

(Immagine: account Twitter di Cristiano Militello)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...