Balotelli: “Neri italiani? No, italiani e basta”

Screenshot 2018-04-06 16.40.17

Non c’è niente da fare: Mario Balotelli è nato per far discutere, per mettere a disagio, per scompigliare le carte. Non si smentisce neanche quando scrive per una rivista prestigiosa, So Foot (numero speciale, redatto da soli calciatori, per i 15 anni del mensile francese), denunciando una legge sbagliata, quella stessa legge che obbliga chi è nato da genitori stranieri ad attendere i 18 anni, per ottenere la cittadinanza italiana. Una legge razzista, chiaro, ma l’Italia -scrive Balotelli- non è un Paese razzista:

In certi stadi mi urlavano non esistono neri italiani, io sono la conferma del contrario. Anche se italiano a tutti gli effetti, per la legge, lo sono diventato solo a 18 anni. (…) È una legge sbagliata, forse è per quello anche ancora oggi, qualcuno, vede il nero come il colore del diverso, dell’inferiore, dell’errore in mezzo alla fotografia della squadra. Di certo, fossi stato bianco, avrei avuto meno problemi. Avrei combinato comunque qualche casino di troppo? Forse sì. Avrei avuto comunque atteggiamenti sbagliati sul campo di gioco? Forse sì. Mi avrebbero perdonato tutto più in fretta? Sicuramente sì. L’Italia non è un Paese razzista, ma i razzisti ci sono“. La speranza passa per le nuove generazioni: “Il cambiamento è nelle loro mani, ai nostri figli bisogna insegnare che siamo tutti uguali, nonostante le diversità apparenti“. Il cambiamento, però, non può appartenere un senatore nero e leghista: “Un partito non proprio inattaccabile dal punto di vista del razzismo. Quel signore (Toni Iwobi, ndr) è stato usato e non se n’è accorto. Perché così la Lega può dire che esistono neri italiani che la pensano come loro. Il pensiero giusto però è: esistono neri italiani. Punto. Quello ancora più giusto: esistono italiani. Stop. Quel senatore non può essere fatto passare come un’eccezione, altrimenti siamo di nuovo daccapo. Fosse stato eletto con qualsiasi altro partito, niente da dire“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...