Mondiali, la Nazionale amputati vola in Messico

Schermata 2018-10-21 alle 18.25.21(Immagine: gli Azzurri del ct Vergnani)


Ancora pochi giorni e la Nazionale italiana calcio amputati si imbarcherà alla volta del Messico per raggiungere San Juan de los Lagos, sede dei Mondiali. La squadra Azzurra -qualificata grazie al quinto posto agli Europei- è, infatti, tra le 24 protagoniste della seconda edizione della rassegna iridata (Russia campione in carica), in programma dal 27 ottobre (gli Azzurri debutteranno il giorno dopo contro il Ghana) al 4 novembre. Sei i gironi: nella fase eliminatoria l’Italia affronterà anche Argentina e Francia. Il ct Renzo Vergnani è ottimista: “Ci attendono sfide impegnative, ma sono convinto che faremo bene“.


Sono 14 gli Azzurri convocati da Vergnani: Vincenzo De Fazio (ASD Levante C Pelliese) Mattia Del Pastro (ASD Stampelle Azzurre) Marcello Cirisano (ASD Stampelle Azzurre) Pier Mario Gardino (ASD Stampelle Azzurre) Salvatore La Manna (ASD Stampelle Azzurre) Luigi Magi (ASD Stampelle Azzurre) Lorenzo Marcantognini (ASD Stampelle Azzurre) Ivan Martucci (ASD Stampelle Azzurre) Francesco Messori (ASD Stampelle Azzurre) Emanuele Padoan (ASD Stampelle Azzurre) Daniele Piana (ASD Stampelle Azzurre) Daniel Priami (ASD Stampelle Azzurre) Marco Pollicino (ASD Levante C Pelliese) Riccardo Tondi (ASD Stampelle Azzurre).


Schermata 2018-10-21 alle 18.21.42.png

(Dal profilo Facebook di Francesco Messori, capitano della Nazionale)


La Nazionale di calcio amputati è nata nel 2012 grazie all’intuizione di Francesco Messori, emiliano di Correggio, 20 anni da compiere a novembre, centrocampista e capitano degli azzurri,  convinto che “questo Mondiale sarà un punto di partenza verso il nostro futuro“. Anche Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico saluta la partenza degli Azzurri sicuro del valore di questi ragazzi e del movimento che li ha spinti fino alla rassegna iridata: “Hanno fatto parecchia strada negli ultimi anni. È stata una splendida intuizione e oggi è una realtà. Salutiamo una partenza dall’alto valore agonistico visto che questa è l’unica Nazionale di calcio presente a un Mondiale e questo ci inorgoglisce. La vostra partecipazione si inserisce poi in un periodo positivo di risultato per il mondo paralimpico. Ora ci attendiamo un risultato sportivo e uno che ci indichi il percorso da seguire in futuro, un percorso strutturato di crescita nel Paese“. Sulla stessa linea Sandrino Porru, presidente della Fispes: “Una grande sfida per tutti noi come squadra, non solo per i giocatori che scendono in campo. Puntiamo a una medaglia che va oltre il Mondiale: creare opportunità per far praticare il calcio ai nostri ragazzi in modo più capillare nel territorio“.


Seguite tutti gli aggiornamenti Mondiali su Troppo Azzurro.


Annunci

Un pensiero riguardo “Mondiali, la Nazionale amputati vola in Messico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...