Mancini: “Italiani incattiviti ma con il cuore grande”

schermata 2019-01-15 alle 17.27.16


Andrea Elefante e Luigi Garlando intervistano Roberto Mancini per La Gazzetta dello Sport e il ct non si limita a parlare di calcio, toccando temi delicati e importanti.


Presto Koulibaly tornerà a San Siro per Milan-Napoli. Il sindaco Sala ha detto “Tornerò allo stadio, ma ai primi ‘buuu’ mi alzerò e me ne andrò”. E lei che sarà in tribuna, cosa farà?
Confido che non riaccada, che il precedente abbia insegnato qualcosa. Nel 2019 sono cose assurde, non dovrebbero neanche più venire in mente“.


Prandelli propose: “La prossima volta che fischiano Balotelli, abbracciamolo tutti”. Se Mario tornerà in Nazionale e dovesse succedere, lei cosa farebbe?
I giocatori in campo potrebbero fermarsi. Anche se, visto che sono cose fatte da cinquanta persone su sessantamila, magari solo per stuzzicare qualcuno, innervosirlo, le altre 59.950, sicuramente più intelligenti, potrebbero coprire quei fischi o quei cori“.


Non è una “schifezza” chiudere i porti italiani alle navi dei migranti? Un Paese che chiude i porti può sconfiggere il razzismo?
Noi italiani oggi siamo un po’ incattiviti per i tanti problemi, ma abbiamo sempre avuto il cuore grande, abbiamo sempre aiutato tutti. Mio padre andò a lavorare in Germania e fu aiutato. Le persone vanno aiutate, sempre. Bisogna sempre seguire il cuore, e noi fondamentalmente siamo persone buone“.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...