Byron Moreno: “Trapattoni è stato un codardo”

Schermata 2019-05-08 alle 17.13.25


Byron Moreno ce lo ricordiamo tutti: il 18 giugno 2002, tra rigori non concessi, espulsioni e sviste come il fallaccio di Seon-hong Hwang su Zambrotta, lo sciagurato ecuadoriano fu protagonista negativo di una delle pagine più nere della storia azzurra ai Mondiali di calcio. Potete dunque immaginare la nostra sorpresa, qualche giorno fa, leggendo l’ammissione di Moreno ai microfoni del programma “Futbol sin Cassette“: “Quel fallo su Zambrotta era da rosso“. L’intervista completa sarebbe stata disponibile solo la domenica successiva, ma quell’anticipazione prometteva davvero bene. E invece.


Dunque, riassunto-spoiler: ha commesso qualche sbaglio di poco conto, la colpa è dei suoi assistenti, la cui designazione -a proposito- potrebbe anche nascondere qualcosa di losco. Ma lui non ha detto niente. Insomma, Moreno pentito? Figuriamoci. Dall’Ecuador arriva la famosa intervista integrale che, anche a 17 anni di distanza, rischia di far innervosire parecchio i tifosi della Nazionale.


Come voto per la partita, mi darei un 8“, dichiara il sempre modesto Moreno, che, poi, analizza i (molti) casi da moviola. Zambrotta a parte (“Sì, era da rosso“), l’ex fischietto commenta anche altri duri interventi dei coreani: “Questo (un fallo su Coco, ndr) non l’avevo visto, altrimenti lo avrei punito: c’era il corpo di un altro giocatore, era complicato. Gli assistenti erano Ratallino e Ferenc, non mi hanno supportato. Il sangue di Coco? Il taglio avviene dopo il contatto con Gattuso, lontano dalla palla. Non per un contatto con un coreano“.


Moreno continua: “Guardate quanti giocatori davanti, non l’avevo visto il calcio in testa a Maldini. Il coreano era disperato perché voleva colpire il pallone, io non l’ho visto dalla mia posizione“. Poi, finalmente, è il turno dei casi più spinosi, come il rigore non concesso su a Totti: “C’è un giocatore che vuole danneggiare l’azione ed è Totti. Il coreano tocca prima il pallone e poi Totti. Lui prende prima la palla, non Totti che va giù dopo. Abbiamo fatto un seminario a Seoul sui falli in area e c’era una giocata di Italia-Camerun: il camerunese va a cercare la palla, l’italiano cerca il contatto e il rigore. Poi, nell’occasione, alzo lo sguardo e non vedo il mio assistente, pensò anche lui alla simulazione“. Il gol annullato per fuorigioco all’Italia? “Come posso vederlo da dove sono? Non c’è fuorigioco, ma deve dirmelo l’assistente, non io. Era impossibile per me sapere se fosse o meno fuorigioco: ha alzato la bandierina e io l’ho dato“.


Parlando dei suoi collaboratori, l’ex arbitro dichiara: “Non posso mettere la mano sul fuoco per i miei assistenti in quella partita. Non ho capito perché non mi hanno messo con Fierro, abbiamo lavorato tanto insieme e ci capivamo con uno sguardo. Era l’assistente di linea uno, non ho capito perché Bomber non fosse con me. Mi ha sorpreso la decisione della Fifa. Non posso parlare male di Jorge Angel-Sanchez, che veniva da Corea-Portogallo dove c’erano stati problemi, ma mi è sembrato strano che fosse con me in quella partita, altri sono stati mandati a casa“.


Panucci e Di Livio, a caldo, dichiararono di volerlo picchiare, ma Moreno racconta un’altra versione: “Ho chiesto di parlare con Totti e Trapattoni dopo la partita, nessuno ha voluto. Se ho danneggiato l’Italia? No. Non l’ho fatto. Posso non aver visto dei rossi, ma non ho danneggiato l’Italia. Non c’era rigore su Totti, non c’è stato niente di strano, le decisioni sono state chiare. Trapattoni è stato un codardo: espulso Totti, ha messo Tommasi, l’unico capace di attaccare era Del Piero. È stato un codardo come sempre“.


Dopo quella gara, a casa ci andò anche Byron Moreno, che però non ne fa un dramma: “Nessuno ci ha detto niente, appena finita la partita: sapevo già che sarei tornato a casa, che non avrei diretto altre gare, avevo già il biglietto di ritorno. Io agli ottavi, Osca ai quarti e poi nessun sudamericano. Il secondo giallo a Totti? Nessuno mi ha insultato, mi parlavano italiano, lo avrei capito“.


Schermata 2019-05-08 alle 15.50.54.png
La risposta del Trap

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...