San Siro non piace più, ma le Olimpiadi sono sue

Schermata 2019-06-25 alle 10.44.48


La vicenda San Siro sembra non avere fine. Anzi, una -tristissima- potrebbe essere quella riportata ieri da Gazzetta.it: “Addio San Siro.


Lo sapevamo, ce lo avevano detto, ma avevamo cercato di non crederci il più a lungo possibile. Invece, il futuro del Meazza sembra nero: Addio a San Siro. Almeno quello che gli italiani sono abituati a frequentare da decenni. Non si ferma l’iter del progetto comune Milan-Inter per abbandonare il “vecchio” Giuseppe Meazza e trasferirsi a pochi metri di distanza ma in un impianto moderno e al passo coi tempi. La conferma arriva da Losanna, direttamente dal presidente dei rossoneri (in compagnia dell’a.d. dei nerazzurri Alessandro Antonello): “Tutto procede. Faremo insieme un nuovo San Siro accanto al vecchio nella stessa area della concessione. Il vecchio verrà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni”. Tempi non brevissimi comunque, come spiega lo stesso numero uno del Diavolo: “È una procedura complicatissima. Sarebbe bello che la cerimonia delle Olimpiadi (…) si facesse nel nuovo San Siro, ma non ne siamo certi”.


Per fortuna, almeno fino ai Giochi -con buona pace dei due club meneghini, non se ne parla. Lo conferma Giuseppe Sala, sindaco di Milano: “Nel nostro dossier garantiamo che San Siro continuerà a lavorare nel 2026, se poi vorremo fare un nuovo stadio, ne decideremo il destino. Ma al momento le cose stanno così: nel 2026 sarebbe quello il posto della cerimonia d’apertura dei Giochi”. I programmi di Inter e Milan sul nuovo stadio, quindi, non avranno conseguenze sul dossier di candidatura per le Olimpiadi invernali del 2026. “Il Comune di Milano è proprietario dello stadio e abbiamo un contratto a lungo termine con le due squadre – ha sottolineato Sala da Losanna -. Nel caso decidano il prossimo anno di costruire un nuovo stadio, ci vorrà comunque del tempo”.


Per ironia della sorte, lo stadio del “dramma” svedese, quello dell’eliminazione dalla Coppa del Mondo di calcio del 2018, sarà anche quello che metterà in vetrina i Giochi strappati agli stessi svedesi. Speriamo che questo evento porti almeno un po’ di fortuna al vecchio Meazza.


EDIT: gli annunci anti Meazza da parte di Milan e Inter hanno davvero infastidito il sindaco Sala. Come riporta la Gazzetta, alla fine la candidatura italiana ha battuto quella svedese per 47 voti a 34, ma si è corso qualche rischio inutile, visto che il voto era ancora aperto. “Non ho gradito, gliel’ho ha anche detto, potevano anche aspettare un attimo. Detto ciò, forse è stata l’occasione anche per me per chiarire le cose – ha commentato Sala al suo arrivo alla Stazione Centrale tornando da Losanna –. Su questo voglio essere preciso, vista la situazione. San Siro sarà certamente ancora in piedi nel 2026.


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...