Ventura: “Che errore allenare la Nazionale”

Gian Piero Ventura, al podcast One More Time:

Il primo grande errore è stato quello di aver accettato l’incarico e il secondo è quello di non essermi fermato (dopo la sconfitta con la Spagna, ndr). C’era un clima ostile. I presupposti per perdere c’erano tutti. Per il bene dell’Italia, avrei dovuto fermarmi prima. (…) Mentre andavo a firmare il contratto da ct della Nazionale, mi chiamarono per fermarmi. Mi dissero: “Bloccati, perché c’è stato un intervento della politica“, che pretendeva un altro allenatore. (…) Allora ero al Torino, avevo ancora due anni di contratto, ma arrivò l’offerta della Nazionale con la chiamata di Marcello Lippi, il quale mi disse: “Ho parlato adesso col presidente, sei il nuovo allenatore della Nazionale”. Ci pensai molto. Tutti mi consigliarono di accettare, sarebbe stata la ciliegina sulla torta per concludere la mia carriera. Tranne i miei collaboratori, che dicevano di pensarci bene. Ho accettato e sono salito sul ponte principale della nave: un errore madornale. Quando il responsabile della politica italiana (all’epoca, Matteo Renzi, ndr) pretende un altro allenatore, non si parte col piede giusto. Lì, avrei già dovuto capire che non si andava in una comunione di idee”.

A onor del vero, Palazzo Chigi intervenne subito (era il maggio 2016) per smentire le pressioni sulla Federcalcio da parte del premier Renzi a favore di Vincenzo Montella. Ovunque stia la verità, quando parliamo dell’era venturiana, credo sia possibile provare solo una grande amarezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...