Messico ’86, il Mondiale delle panchine abbandonate

Lo scarso carisma di Sir Alex Ferguson e il contratto del Vecio per Italia ’90: un pezzo di Repubblica dal Mundial messicano, con alcune chicche imperdibili. CITTÀ DEL MESSICO – Come le foglie in autunno cadono gli allenatori con i Mondiali di calcio. Una vera strage, testimoniano le cifre. Delle sedici squadre già rispedite a… Continua a leggere Messico ’86, il Mondiale delle panchine abbandonate

Nicolato, Evani, Gregucci, De Rossi: chi prenderà il posto di Di Biagio?

“C’è amarezza per la mancata qualificazione alle Olimpiadi e per non aver centrato quell’importante obiettivo -dice il presidente federale Gravina-, ma ha ragione Di Biagio: non è stato un fallimento sotto il profilo dell’attività e delle sezioni giovanili del calcio Azzurro. Certo, (l’eliminazione dall’Europeo) è una brutta macchia dei nostri colori in questo momento“. Sia… Continua a leggere Nicolato, Evani, Gregucci, De Rossi: chi prenderà il posto di Di Biagio?

Radice e i suoi campioni quasi mai Azzurri

Qualche mese fa, poco dopo la morte di Gigi Radice, La Gazzetta dello Sport ha pubblicato “i giudizi espressi su ciascun calciatore dello scudetto proprio dal tecnico appena scomparso“, cioè una chiacchierata con Germano Bovolenta “poco prima di essere aggredito dal male“. Ve li presentiamo, in attesa del settantesimo anniversario di Superga, tenendo presente che,… Continua a leggere Radice e i suoi campioni quasi mai Azzurri

Ave, Cesarone

“Evito di sognare. Ogni volta che ci provo, mi sveglio sbattendo sul comodino“. (Cesare Maldini) Ieri, ricorreva il terzo anniversario della morte di Cesare Maldini. Quel 3 aprile, Roberto Beccantini scrisse un pezzo splendido, in omaggio al ct tre volte campione d’Europa con un’Under 21 capolavoro. “E così, dopo Johan (Cruijff, ndr), ha tolto il… Continua a leggere Ave, Cesarone

Francesca Fioretti, una “vedova di serie B”

Come tutti sapete, il 4 marzo di un anno fa, Francesca Fioretti perse il compagno, Davide Astori, difensore della Fiorentina e della Nazionale. Ora, Malcom Pagani la intervista per Vanity Fair: un bel pezzo, anche se -come è ovvio- il tema del dolore resta centrale e, nonostante lei stessa abbia voluto parlarne alla stampa, preferiamo… Continua a leggere Francesca Fioretti, una “vedova di serie B”

I rigori vanno tirati come li tirava Pandolfini

(Firenze, 18 maggio 1952: Italia-Inghilterra, Pandolfini è il primo accosciato da destra) Il ricordo più bello di Pandolfini, anche se di sponda, ce lo regala, al solito, lo scrittore fuoriclasse Emanuele Santi: “Non mi ricordo se avevo 10 o 11 anni, e nemmeno se fosse stata Villa Pamphili o Villa Borghese. Mi ricordo soltanto un… Continua a leggere I rigori vanno tirati come li tirava Pandolfini

Una strada per Andrea Fortunato

Andrea Fortunato era un giocatore fantastico, l’”erede di Cabrini“, secondo molti; forte fisicamente, dotato di corsa e un potente sinistro. Grande partenza con la Juve, tanto da guadagnarsi l’azzurro: il 22 settembre del 1993, il ct Arrigo Sacchi lo schierò titolare contro l’Estonia, a Tallin, in una gara di qualificazione ai Mondiali americani. Quella, purtoppo,… Continua a leggere Una strada per Andrea Fortunato