Quando Massimo Marazzina conquistò Ronaldo e il Trap

Giovanili nell’Inter, poi tanta gavetta prima di fare l’exploit nel Chievo dei miracoli, quello capace nel 2002 di chiudere al quinto posto in classifica da matricola assoluta in Serie A. In quel campionato Massimo Marazzina segna 13 gol, uno meno di Shevchenko, gli stessi di Toni (allora al Brescia) e Crespo. Trappattoni crede in lui… Continua a leggere Quando Massimo Marazzina conquistò Ronaldo e il Trap

L’Italia per gli Europei è fatta. Ma con Immobile o con Belotti?

I primi due appuntamenti di questo trittico di gare azzurre hanno ribadito e sottolineato l’unico vero dubbio del Mancio: chi, tra Immobile e Belotti avrà l’onere e l’onore di indossare la fatidica maglia numero 9 (anche solo metaforicamente), ai prossimi Europei? Vi propongo due visioni opposte -forse, anche complementari- del problema prima punta azzurra. Marina… Continua a leggere L’Italia per gli Europei è fatta. Ma con Immobile o con Belotti?

I “rivali” di Pablito nella serie A dell’81: Pruzzo, poi Bivi e Chiodi. Bearzot aveva poca scelta…

Il Vecio era davvero fissato con Pablito? Siamo sicuri che avesse delle (vere) alternative? “Nel piccolo mondo antico di quarant’anni fa o poco più, dove i ragazzi come Paolo Rossi crescevano sulla pozzolana e poi buttavano il cuore oltre l’ostacolo, nella vecchia serie A dei primi anni Ottanta, in un momento di cruciale e per… Continua a leggere I “rivali” di Pablito nella serie A dell’81: Pruzzo, poi Bivi e Chiodi. Bearzot aveva poca scelta…

Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

Campionato 2005/2006. Prima di Roma-Empoli, gara in programma il 19 febbraio 2006 allo Stadio Olimpico, i giallorossi, trascinati dal Capitano con 15 gol, sono quinti, a due punti dalla Fiorentina. Totti gioca da falso nueve ed è marcato a uomo dal difensore Richard Vanigli, che, per fermarlo, non disdegna le maniere forti. Al 12′, accade… Continua a leggere Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

E Mancini tremò parlando di staffetta

Il nostro ct “ufficiale” -così come tutti gli altri 60 milioni di commissari tecnici sparsi per il Paese- è in attesa del sorteggio di sabato 30 per i gironi di Euro 2020. Una volta, però, il Mancio agli Europei ci andò anche da giocatore. Erano ancora tempi di blocchi contrapposti (infatti, si giocava in Germania… Continua a leggere E Mancini tremò parlando di staffetta

Auguri a Vieri, extraterrestre sfortunato

Uno dei centravanti più forti della storia del calcio italiano compie oggi 46 anni: un centravanti mostruoso, non sempre bello da vedere, ma immenso e letale, uno che di Mondiali ne avrebbe meritati almeno due. Uno che, per colpa di un infortunio, si giocò l’occasione della vita. “Ho lasciato l’Australia e la famiglia a 14… Continua a leggere Auguri a Vieri, extraterrestre sfortunato

Bocca: “Quagliarella e De Rossi top, Insigne flop”

La Repubblica stila la classifica dei 5 “promossi” e dei 5 “bocciati” della stagione appena conclusa. Ecco i nomi degli Azzurri (presenti e passati) nell’elenco di Fabrizio Bocca. TOP 5 1 – Quagliarella È stato giusto che la classifica marcatori l’abbia vinta lui: 26 gol, 5 più di Ronaldo. Indelicato farlo notare, ma è così.… Continua a leggere Bocca: “Quagliarella e De Rossi top, Insigne flop”

Balotelli: “Fuori dalla Nazionale non solo per colpa mia”

“Il razzismo? È importante che chi si può far ascoltare come me prenda posizione anche per dar voce a chi subisce discriminazioni nella vita normale. Quel che non capisco è come non ci si rivolti contro ogni discriminazione. Se sono allo stadio, magari con mio figlio e il vicino insulta qualcuno, perché è nero o… Continua a leggere Balotelli: “Fuori dalla Nazionale non solo per colpa mia”

Bruno Giordano, rimpianto Mundial

“Giordano è l’unico, tra i tanti eredi che mi hanno affibbiato, in cui mi sono veramente riconosciuto“. (Johan Cruijff) “Sono cose che fanno bene al cuore“. (Bruno Giordano) “Giordano neppure quello (scommettere sulle partite, ndr) aveva mai fatto, ma finì dentro nel primo scandalo del Calcioscommesse – Io e il mio “gemello” Lionello Manfredonia rinchiusi… Continua a leggere Bruno Giordano, rimpianto Mundial

Gigi Riva: “Quando torno spero di trovare un terzino che meni”

Da una splendida intervista di Gianni Mura a Rombo di Tuono (La Repubblica, 5 novembre 2004). “Quando Riva indossò per la prima volta la maglia numero 9 e si ruppe per la prima volta una gamba (la sinistra) a Roma, il 27 marzo del ’67, lo andai a trovare. Stanza 126 del Policlinico Italia. “Vuoi… Continua a leggere Gigi Riva: “Quando torno spero di trovare un terzino che meni”