I Non-Azzurri: se Orlandoni fosse andato a Berlino

Il Posticipo pubblica un pezzo dedicato a quei giocatori che, per giocando pochissimo, sono entrati nella storia della Champions league. Un “capitolo” ci ha colpito: quello sul terzo portiere del Triplete interista, Paolo Orlandoni. “Il terzo portiere più vincente di tutti i tempi, gli manca solo la Coppa del Mondo ma non il tempismo. Da… Continua a leggere I Non-Azzurri: se Orlandoni fosse andato a Berlino

I Palloni d’Oro di Gravina e l’addio di Roberto Baggio

L’idea della FIGC è quella di richiamare alcuni di quelli che hanno scritto la storia del calcio azzurro. Vialli, ne abbiamo parlato qualche giorno fa, potrebbe diventare capo delegazione, ma è solo l’inizio della rivoluzione: “Gianluca rientra in un’idea di rilancio del Club Italia –ha spiegato Gravina– e al riguardo ho pensato di coinvolgere le… Continua a leggere I Palloni d’Oro di Gravina e l’addio di Roberto Baggio

Quel Pallone d’Oro negato a Pirlo e a Totti

“Quando perdi resta solo amarezza, quello conquistato prima viene cancellato. Vero, il cammino è stato positivo ma se non vinci è come non avessi fatto niente“. (Andrea Pirlo, dopo Euro 2012) Fabrizio Bocca, nella sua rubrica Bloooog!, affronta il “curioso” caso del Pallone d’Oro assegnato al madridista Luka Modric. “Credo che nessuno avrebbe sopportato, per… Continua a leggere Quel Pallone d’Oro negato a Pirlo e a Totti

Stefano Fiore, da Euro 2000 al rimpianto Mondiale

“Antonio Conte come Lippi nel 2006? Per carisma, va anche oltre, è molto più partecipe e sente molto di più la partita. Lippi, diciamo, riusciva ad ottenere determinate cose, facendo un po’ meno folklore“. (Stefano Fiore) Un altro “collage” di dichiarazioni e di interviste. Questa volta, il protagonista è Stefano Fiore, centrocampista a tratti devastante,… Continua a leggere Stefano Fiore, da Euro 2000 al rimpianto Mondiale

L’eroico Gattuso vera opposizione: “Salvini pensi alla politica”

In un Paese in cui il liberismo sfrenato e l’azzeramento del costo del lavoro fanno da padroni, ha fatto più Gattuso in due minuti che la “sinistra” italiana in trent’anni di opposizioni e governi più o meno alternatisi. [ComIntern per una via sportiva al Comunismo, 26 novembre 2018] (Interisti Stalinisti, Facebook) Ormai, lo saprete tutti:… Continua a leggere L’eroico Gattuso vera opposizione: “Salvini pensi alla politica”

Se Iaquinta tagliasse i ponti con il padre

“È la cosa più brutta che ti può capitare. Un giorno mi sono fermato al McDonald’s e una signorina alla cassa mi ha riconosciuto: “Ah, c’è Iaquinta“. E quello che lavava i piatti ha detto: “Ah, quel mafioso“. E io avevo i bambini in macchina capito?“. (Vincenzo Iaquinta, a Le Iene) (12 giugno 2006: Vincenzo… Continua a leggere Se Iaquinta tagliasse i ponti con il padre

“Palla a Inzaghi? Starei ancora aspettando, come Barone…”

Il campione del mondo Alex Del Piero, nel corso di una chiacchierata con Alessandro Cattelan a EPCC, ha ricordato anche il fantastico gol del raddoppio nella semifinale Mondiale del 2006, la rete che chiuse la partita: Cattelan: “Tu hai segnato proprio alla fine, quando eravate tutti stanchi. Se, al posto di Gilardino, la palla l’avesse… Continua a leggere “Palla a Inzaghi? Starei ancora aspettando, come Barone…”

Massimo Oddo, il barbiere di Berlino

C’è un pezzo molto divertente di Alfredo Corallo su Sport.sky.it, che racconta alcuni retroscena della vittoria iridata del 2006. In particolar modo, si concentra sull’inclinazione tricologica di Massimo Oddo, terzino allora in forza alla Lazio. La moquette di Ringhio – “Va bene Rino, ti aiuto, ma non chiedermi di farti bello, sono un difensore che… Continua a leggere Massimo Oddo, il barbiere di Berlino