Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

Campionato 2005/2006. Prima di Roma-Empoli, gara in programma il 19 febbraio 2006 allo Stadio Olimpico, i giallorossi, trascinati dal Capitano con 15 gol, sono quinti, a due punti dalla Fiorentina. Totti gioca da falso nueve ed è marcato a uomo dal difensore Richard Vanigli, che, per fermarlo, non disdegna le maniere forti. Al 12′, accade… Continua a leggere Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

Messico ’70: Albertosi e quelle tre settimane indimenticabili

Marco Zorzo ha intervistato Enrico “Ricky” Albertosi per Leggo. Ne è uscita una bella carrellata di ricordi sui cinquant’anni di quel Mondiale (iniziò il 31 maggio ’70), quello della partita del secolo, quello di Pelè, quello della staffetta. Buon viaggio nel mondo dei ricordi. “(In Messico) il nostro obiettivo iniziale era di passare il primo… Continua a leggere Messico ’70: Albertosi e quelle tre settimane indimenticabili

Gli Azzurri che non fecero l’impresa

Il sito di Sky Sport dedica un articolo ai “Giocatori più forti che non hanno mai partecipato a un Mondiale“, da Rush a Cantona, da Giggs a Weah. Non è male, anche se la selezione è per lo meno gonfiata (comprende buoni calciatori come Serginho, Zalayeta, Boli… insomma, non dei fenomeni) e lascia fuori giganti… Continua a leggere Gli Azzurri che non fecero l’impresa

Bergomi Mundial: un ragazzino contro Kalle

Il Mundial ’82? Il meraviglioso ricordo dello Zio Bergomi, intervistato da Sky Sport. Il primo pensiero che le viene in mente, ritornando a quella notte? “Dico il gol del 2-0 di Marco Tardelli, assolutamente. Ricordo ogni secondo della sequenza che ha portato a quella rete e poi a quell’esultanza che ha fatto il giro del… Continua a leggere Bergomi Mundial: un ragazzino contro Kalle

Bearzot: “Sivori non mi ha mai fatto un tunnel”

“Scusate, ma di me si parla sempre e solo come ct. Vorrei dire che tra A e B ha giocato 422 partite per intero, perché non c’erano le sostituzioni, non come oggi che vale la presenza anche se giochi tre minuti. Ero il classico mediano, con qualche licenza di scorreria sulle fasce, come Ciccio Sentimenti.… Continua a leggere Bearzot: “Sivori non mi ha mai fatto un tunnel”

William Negri a Vienna: quando Carburo entrò nel mito

“Sapete chi era Carburo? Era William Negri, il portiere del Bologna che vinse lo scudetto nel 1964. Sul perchè lo chiamassero così ci sono due ipotesi. “La prima racconta di un giovane William impegnato nel dare una mano al padre, che aveva una pompa di benzina in provincia di Mantova“. La seconda ipotesi viene dalla… Continua a leggere William Negri a Vienna: quando Carburo entrò nel mito

Zenga e Tacconi: quando la rivalità era uno spettacolo

“Stefano Tacconi e Walter Zenga, che storia. Sono stati splendidi duellanti in tutto: abilità, carattere, rivalità, spavalderia. Guasconi, li chiamavano. Sono stati molto di più. Cazzoni anche, talvolta: facevano a gara a chi la sparava più grossa. E, al pari dei duellanti del grande film di Ridley Scott, si sono rincorsi e sfidati per una… Continua a leggere Zenga e Tacconi: quando la rivalità era uno spettacolo

La Coppa del Mondo? “È come una donna. Ed è italiana”

Non so quanti di voi lo sappiano (in fondo non è poi questo gran segreto) ma, alle porte di Milano, a Paderno Dugnano, c’è uno stabilimento magico, per chi ama questo gioco: la G.D.E. Bertoni, “casa natale” della Coppa del Mondo FIFA. Sì, quella sollevata da Zoff a Madrid e da Cannavaro a Berlino. “Qui… Continua a leggere La Coppa del Mondo? “È come una donna. Ed è italiana”

La Nazionale Trapiantati al Quirinale da Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto giovedì mattina al Quirinale una delegazione della Nazionale Italiana Calcio Trapiantati guidata dalla Presidente Katy Russo. “Una grandissima emozione –ha commentato l’Azzurro Cristian Avanzi-, ci siamo tutti commossi, me compreso che normalmente sono piuttosto freddo. Ho visto tante lacrime scendere sui visi di chi c’era“. Per chi… Continua a leggere La Nazionale Trapiantati al Quirinale da Mattarella

I 70 anni dell’insolente Mariolino, il sinistro che creò la foglia morta

Il 23 agosto 2011, Gianni Mura scrisse un pezzo meraviglioso per la Repubblica sui settant’anni di un genio del calcio sempre troppo snobbato dalla Nazionale: Mario Corso. Il tempo passa e questo immenso talento dell’Inter è già quasi alla soglia degli ottanta, ma vale la pena di investire qualche minuto nella lettura di un ritratto… Continua a leggere I 70 anni dell’insolente Mariolino, il sinistro che creò la foglia morta