Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

Campionato 2005/2006. Prima di Roma-Empoli, gara in programma il 19 febbraio 2006 allo Stadio Olimpico, i giallorossi, trascinati dal Capitano con 15 gol, sono quinti, a due punti dalla Fiorentina. Totti gioca da falso nueve ed è marcato a uomo dal difensore Richard Vanigli, che, per fermarlo, non disdegna le maniere forti. Al 12′, accade… Continua a leggere Richard Vanigli, che fece quasi perdere a Totti il Mondiale senza neanche toccarlo

Caro Dossena, fatti più in là

“ZURIGO – Oggi è il giorno della partita, ieri era quello delle bugie, grandi e piccole, però male mascherate, con Azeglio Vicini perfettamente a proprio agio nella parte di Pinocchio. A rimetterci è stato uno degli uomini che da sempre vive, con la Nazionale, rapporti quanto meno travagliati: Giuseppe Dossena, candidato al parlamento, ha misteriosamente… Continua a leggere Caro Dossena, fatti più in là

Messico ’70: Albertosi e quelle tre settimane indimenticabili

Marco Zorzo ha intervistato Enrico “Ricky” Albertosi per Leggo. Ne è uscita una bella carrellata di ricordi sui cinquant’anni di quel Mondiale (iniziò il 31 maggio ’70), quello della partita del secolo, quello di Pelè, quello della staffetta. Buon viaggio nel mondo dei ricordi. “(In Messico) il nostro obiettivo iniziale era di passare il primo… Continua a leggere Messico ’70: Albertosi e quelle tre settimane indimenticabili

Gli Azzurri che non fecero l’impresa

Il sito di Sky Sport dedica un articolo ai “Giocatori più forti che non hanno mai partecipato a un Mondiale“, da Rush a Cantona, da Giggs a Weah. Non è male, anche se la selezione è per lo meno gonfiata (comprende buoni calciatori come Serginho, Zalayeta, Boli… insomma, non dei fenomeni) e lascia fuori giganti… Continua a leggere Gli Azzurri che non fecero l’impresa

Cristian Zaccardo: “Baggio e Totti i più forti. Io campione del Mondo, Messi e Ronaldo no”

L’ex calciatore Cristian Zaccardo, campione del mondo 2006 con la Nazionale di Marcello Lippi, si è raccontato nel corso di una diretta Instagram con il giornalista Nicolò Schira. Non riporto tutte le sue dichiarazioni (doveva avere davvero tanta voglia di chiacchierare), ma credo di averne scelte alcune niente male. Il futuro – “Ho smesso da… Continua a leggere Cristian Zaccardo: “Baggio e Totti i più forti. Io campione del Mondo, Messi e Ronaldo no”

Seul ’88, verso Italia-Iraq: un’Italia vera o tutti a casa

Tornano Gianni Mura e i suoi pezzi dai Giochi di Seul. Qualche giorno fa, vi ho proposto la brutta eliminazione in semifinale, per mano dei sovietici e di un pessimo arbitro siriano, oggi ci troviamo tra Zambia e Iraq: Mura (il 21 settembre 1988, sempre la Repubblica) ci presenta la gara decisiva e (sportivamente) drammatica… Continua a leggere Seul ’88, verso Italia-Iraq: un’Italia vera o tutti a casa

Antonio Benarrivo: “La finale ’94 andava rigiocata”

Antonio Benarrivo, fortissimo terzino del Parma e della Nazionale di Arrigo Sacchi, ha fatto una chiacchierata con Il Posticipo, parlando (anche) di quella maledetta finale. -Le chiedono spesso della finale Mondiale persa con l’Italia nel 94′. Il vero Benarrivo è quello che conquista il calcio di rigore contro la Nigeria agli ottavi? “Sì, se non… Continua a leggere Antonio Benarrivo: “La finale ’94 andava rigiocata”

Seul ’88, URSS-Italia 3-2: tutto previsto meno l’arbitro

Il 27 settembre 1988, la Nazionale Olimpica di Rocca abbandonava il sogno di un gradino nobile sul podio dei Giochi di Seul (anche) a causa dell’arbitro. Alla storia, in realtà, è passato soprattutto l’errore di Rizzitelli che, con gli azzurri in vantaggio di un gol, fallì in modo clamoroso l’occasione del raddoppio: un minuto dopo,… Continua a leggere Seul ’88, URSS-Italia 3-2: tutto previsto meno l’arbitro

Bergomi Mundial: un ragazzino contro Kalle

Il Mundial ’82? Il meraviglioso ricordo dello Zio Bergomi, intervistato da Sky Sport. Il primo pensiero che le viene in mente, ritornando a quella notte? “Dico il gol del 2-0 di Marco Tardelli, assolutamente. Ricordo ogni secondo della sequenza che ha portato a quella rete e poi a quell’esultanza che ha fatto il giro del… Continua a leggere Bergomi Mundial: un ragazzino contro Kalle

Bearzot: “Sivori non mi ha mai fatto un tunnel”

“Scusate, ma di me si parla sempre e solo come ct. Vorrei dire che tra A e B ha giocato 422 partite per intero, perché non c’erano le sostituzioni, non come oggi che vale la presenza anche se giochi tre minuti. Ero il classico mediano, con qualche licenza di scorreria sulle fasce, come Ciccio Sentimenti.… Continua a leggere Bearzot: “Sivori non mi ha mai fatto un tunnel”