Gabriele Gravina sul Trono di Spade

“La pace è arrivata ma nove mesi sono stati bruciati“. (Pippo Russo) (Fonte: Gabriele Gravina e la sua corte) “Ringrazio tutti, per il sostegno umano e io supporto di idee. Grazie per la fiducia, con voi voglio cambiare verso e direzione al calcio. (A livello personale), è il completamento di un percorso umano e sportivo.… Continua a leggere Gabriele Gravina sul Trono di Spade

Se la FIGC dimentica Gentile

Claudio Gentile, detto “Gheddafi” (soprannome che lui detesta), eroe del Mundial ’82, compie oggi 65 anni e Troppo Azzurro, ovviamente, si aggiuge al coro dei festeggianti. Coro dal quale, però, sembra sfilarsi la FIGC, che dimentica di fare gli auguri a un mito della storia Azzurra, campione del Mondo da calciatore e d’Europa da ct… Continua a leggere Se la FIGC dimentica Gentile

FIGC, che accadrà il 22 ottobre?

(Immagine Sky.it, da sinistra: Cosimo Sibilia, Gabriele Gravina, Damiano Tommasi) Come forse saprete, adesso è ufficiale: il 22 ottobre la Figc avrà un nuovo presidente e una nuova governance. Sarà una rivoluzione: Giancarlo Abete, scelto come presidente dai 4 ribelli (Sibilia, Gravina, Tommasi e Nicchi), non è ricandidabile, e non lo sarebbero stati nemmeno Matarrese… Continua a leggere FIGC, che accadrà il 22 ottobre?

Le cambiali di Tavecchio

Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, è dotato di un talento rarissimo: è in grado di coniugare numeri e sentimenti. Soprattutto, è un “esperto” capace di renderci quegli stessi numeri meno alieni, nonostante l’assiroburocratese dal quale deve tradurli. Vorrei citare un breve (e terribile) brano del suo “La fine del calcio italiano” (Feltrinelli),… Continua a leggere Le cambiali di Tavecchio

Più che dimettermi cosa dovevo fare?

Qualche giorno fa, l’ex presidente FIGC Carlo Tavecchio, il “mostro” additato da stampa, critica e tifoseria come grande colpevole della deriva nazionale, ha analizzato il momento del pallone azzurro: “Il calcio italiano -ha detto- è meglio di quanto pensino la stampa e l’opinione pubblica: abbiamo quattro squadre in Champions League, questo significa l’ingresso di più di 100… Continua a leggere Più che dimettermi cosa dovevo fare?

“Sono felice per i miei genitori”

Ci siamo: Roberto Mancini è il nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana di calcio. Non mancano le perplessità, soprattutto a proposito della sua capacità di gestione del gruppo, ma il Mancio ha rinunciato a una barca di quattrini russi, pur di sedersi sulla panca azzurra, quindi direi che possiamo partire con una certa dose di… Continua a leggere “Sono felice per i miei genitori”

Ci sentimmo i più forti.

“La Nazionale fuori dal Mondiale è una delusione enorme, ma da un certo punto di vista ne sono stato contento, per il bene del calcio italiano. La più grande sconfitta fu la vittoria del 2006: il calcio italiano si sentì il più forte e non avvertì l’esigenza di cambiare, mentre gli sconfitti imboccavano una nuova… Continua a leggere Ci sentimmo i più forti.

Tradito.

“Certamente, non mi aspettavo un crollo del genere (l’esclusione dai Mondiali 2018, ndr). Il calcio italiano è sempre stato ai vertici e la mancata qualificazione ai Mondiali ha arrecato un danno economico incalcolabile. La realtà è che molta gente non è nemmeno all’altezza di poter insegnare. Pensavamo di non aver bisogno di investire sui centri… Continua a leggere Tradito.

Questa estate, ce ne renderemo conto.

“In giro per il mondo, mi fanno le condoglianze per l’assenza dell’Italia ai prossimi Mondiali. È un momento difficile per il nostro calcio, c’è l’amaro in bocca e questa estate, ce ne renderemo conto perché il Mondiale attrae tutti, anche chi non segue il calcio quotidianamente. Detto tra noi, abbiamo necessità di fare una riflessione… Continua a leggere Questa estate, ce ne renderemo conto.

L’Apocalisse russa? La svalutazione del brand Italia.

In attesa di disputare il playoff di novembre contro la Svezia, l’Italia vive ancora con la spada di Damocle della possibile “Apocalisse” (copyright Tavecchio) di una mancata qualificazione ai Mondiali 2018. Come spiega Marco Bellinazzo su Goal Economy, però, “la Nazionale italiana deve fare i conti anche con il bilancio federale, di cui rappresenta il… Continua a leggere L’Apocalisse russa? La svalutazione del brand Italia.