Cera: “Il Brasile del ’70? Il più forte di sempre”

(Facchetti e Cera, di spalle con il numero 5, discutono con Pelè) “Possibile un altro risultato a Mexico ’70? Secondo me no, era il Brasile più forte di tutti i tempi. Ma mi lasci fare un passo indietro. Quando sento che il 4-3 coi tedeschi è stato votato miglior partita del secolo, penso che siamo… Continua a leggere Cera: “Il Brasile del ’70? Il più forte di sempre”

Gigi Meroni non è morto

“Secoli di poesia e siamo sempre al punto di partenza“. (Charles Bukowski) (Immagine: Meroni in Nazionale, con Gianni Rivera) Il 15 ottobre del 1967, se ne andava un poeta ribelle e romantico del nostro calcio (anzi, no, del calcio tout court): Gigi Meroni, la farfalla granata. Quello con l’Azzurro fu un rapporto complicato: il mondo… Continua a leggere Gigi Meroni non è morto

Burgnich 5, Facchetti 5

(Immagine: Jairzinho tra Facchetti e Burgnich. Pelè osserva) “Finita la bella festa -scriveva Gianni Brera dopo la quaterna incassata dagli Azzurri a Città del Messico-. Il Brasile è campione del mondo per la terza volta. La preziosa, prestigiosa Coppa Rimet, dopo quarantanni di splendide competizioni, in clima di rinnovata e affascinante incertezza va, com’è giusto,… Continua a leggere Burgnich 5, Facchetti 5

La figu col numero romano.

Cinque anni fa, ci lasciava all’età di 58 anni Aldo Maldera, ex terzino sinistro del Milan e della Roma, in campo dieci volte con la maglia della Nazionale (tra il 1976 e il 1980, prendendo parte anche al Mundial argentino del ’78 e agli Europei del 1980, in Italia). Esordì in azzurro il 28 maggio… Continua a leggere La figu col numero romano.

Auguri, Cipe.

Giacinto Facchetti, uno dei più grandi giocatori italiani di sempre, amato anche da Arpino e Bianciardi, avrebbe compiuto oggi 75 anni. Vinse un Europeo (in casa, nel 1968), ma non riuscì mai a sollevare la Coppa più preziosa. Nonostante ciò, sarà impossibile dimenticarlo come capitano azzurro a Mexico ’70, Partido del siglo compreso.