L’Italia e le piccolissime

Partendo dalla gara di ieri contro i volenterosi ma modesti liechtensteiniani, il fuoriclasse Jvan Sica ci racconta cinque belle storie legate ad altrettante partite dell’Italia contro “piccole” avversarie: dal “vaffa” di Chinaglia contro Haiti alle perle di Roberto Baggio contro San Marino, Sica (su Fox Sports) ci regala una bella carrellata di incontri, “cenerentole” e… Continua a leggere L’Italia e le piccolissime

Che bello vedere Barella, Azzurro numero 800

“Quanto è bello da vedere Barella“. (Jvan Sica) “Si è buttato dentro senza se e senza ma. Promosso“. (Roberto Beccantini) Roberto Beccantini dedica al pari di Marassi un pezzo dal titolo perfetto, Sempre lì, a metà, su Alganews, che inizia così: “Un buon primo tempo, sì, ma la musica non cambia: segniamo poco e almeno… Continua a leggere Che bello vedere Barella, Azzurro numero 800

Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni

“Nelle sue squadre di club è sempre stato considerato un leader, un uomo su cui fare affidamento, un calciatore che gli altri dovevano seguire (e chi lo ha seguito, soprattutto in campo, ne ha tratto parecchi benefici, con tutti i gol che faceva fare). In Nazionale invece, fin dall’Under 21 di Vicini, per poi passare… Continua a leggere Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni

Come l’A-Team senza Hannibal Smith.

Ho questo problema. Che continuo a pensare al sorteggio della Coppa del Mondo di oggi domandandomi «Chissà con chi sarà in girone l’Italia». (Billie Morelli) È arrivato il giorno, insomma. Oggi, al Cremlino, gli occhi del pianeta saranno puntati sulle urne (e sui relativi bussolotti) che ci diranno quali saranno i gironi della grande festa… Continua a leggere Come l’A-Team senza Hannibal Smith.

Andarci vicino conta solo a bocce.

Andarci vicino conta solo a bocce, già. La prima è andata, male, peggio di quanto temessimo. Resta San Siro, lunedì, a tenerci ancorati al sogno Mondiale. In attesa della serata di Milano, O mia bela Madunina, etc, raccontiamo questo pessimo Svezia-Italia attraverso le parole migliori (secondo me, almeno) che vi siano passate per la testa… Continua a leggere Andarci vicino conta solo a bocce.

Mai rinnovare il contratto a un ct non qualificato.

Io ho tre figlie, raramente vedo partite in diretta, a casa. Infatti, anche questa Spagna-Italia mi tocca quasi a mezzanotte. Se questo non è amore per la Nazionale, gente, non saprei proprio cos’altro possa essere. Comunque, vista l’ora, lascerò a un collage concettuale (il titolo, intanto, l’ho rubato a Jvan Sica) il compito di commentare questo… Continua a leggere Mai rinnovare il contratto a un ct non qualificato.

O 3 o 9. Ma è stato bello crederci.

“Io in Cassano ci ho più che sperato, ci ho creduto. Nel 2004 se le scandinave non biscottavano diventava il craque del torneo, nel 2012 è stato l’ultimo a non far capire una mazza alla Germania e se non fossimo arrivati stravolti in finale, nel 2014 se il ritiro in Brasile non fosse diventato un… Continua a leggere O 3 o 9. Ma è stato bello crederci.