Mandavamo avanti Mancini, con le ragazze

“Io dormivo con Roberto Mancini. Ma dopo che mi fratturai il naso, iniziai a russare. E lui chiese di cambiare stanza… Riti? Un toast e una Coca-Cola, come spuntino di mezzanotte, alla vigilia di ogni partita. Uscivamo insieme. Lui era il bello. Veniva mandato in avanscoperta davanti alle ragazze. Poi arrivavo io che, dovendo contare sulle… Continua a leggere Mandavamo avanti Mancini, con le ragazze