Italia-Portogallo in due parole

L’Italia di Mancini ha giocato una buona partita ma lo 0-0 ci esclude comunque dalle prime quattro. Lo avrete letto e ascoltato alla nausea, da sabato sera in poi, quindi ci limiteremo a due battute, quelle di Massimiliano Zulli e di Emanuele Santi: se non li conoscete, cercateli in rete. Male non vi farà. A… Continua a leggere Italia-Portogallo in due parole

I piccoletti di Mancini

(Lorenzo Insigne in campo a Chorzów, lo scorso 14 ottobre) Il sito GiovaniliNazionali.it riporta uno scambio tra un lettore di Calciomercato.com e il procuratore Cataliotti. Il primo mette in evidenza un fatto piuttosto importante, a proposito della vittoria Azzurra in Polonia: “Nota positiva: hanno dato un grande contributo i “bassi” della squadra, vale a dire… Continua a leggere I piccoletti di Mancini

Chicco Evani e l’emozione di San Siro

“Nonostante il dispiacere per aver perso un trofeo così importante, devo ammettere che, probabilmente, il Brasile durante il Mondiale ’94 aveva fatto qualcosa di più rispetto a noi. Forse, meritavano più loro che noi: è l’unico modo per attenuare la delusione“. (Alberico Evani) (17 luglio 1994: Evani in campo durante la finale Mondiale con il… Continua a leggere Chicco Evani e l’emozione di San Siro

Che bello vedere Barella, Azzurro numero 800

“Quanto è bello da vedere Barella“. (Jvan Sica) “Si è buttato dentro senza se e senza ma. Promosso“. (Roberto Beccantini) Roberto Beccantini dedica al pari di Marassi un pezzo dal titolo perfetto, Sempre lì, a metà, su Alganews, che inizia così: “Un buon primo tempo, sì, ma la musica non cambia: segniamo poco e almeno… Continua a leggere Che bello vedere Barella, Azzurro numero 800

Quando Italia-Polonia valeva un Mondiale

“L’Italia vinse quel Mondiale perché fece fuori Boniek… Nessuno mi toglie dalla testa che l’arbitro Valentine con l’Urss mi ammonì apposta per farmi saltare la semifinale con l’Italia che politicamente contava molto di più della Polonia… Avremmo perso lo stesso? Sarebbe bello rigiocarla quella partita, ma con Boniek in campo e Paolo Rossi squalificato, vediamo… Continua a leggere Quando Italia-Polonia valeva un Mondiale

Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni

“Nelle sue squadre di club è sempre stato considerato un leader, un uomo su cui fare affidamento, un calciatore che gli altri dovevano seguire (e chi lo ha seguito, soprattutto in campo, ne ha tratto parecchi benefici, con tutti i gol che faceva fare). In Nazionale invece, fin dall’Under 21 di Vicini, per poi passare… Continua a leggere Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni