Quando l’Italia diede a Vicini un Everest da scalare

“Nel 1986 l’Italia – campione in carica – venne eliminata dalla Francia negli ottavi del Mondiale messicano. Erano tempi in cui un risultato del genere veniva vissuto con vergogna: il presidente federale Sordillo si dimise immediatamente e il presidente del Coni Carraro venne nominato commissario (se la situazione vi ricorda qualcosa di recente…). La scelta… Continua a leggere Quando l’Italia diede a Vicini un Everest da scalare

Bearzot, Vicini, Sacchi: i Mondiali stregati di Mancini

New York, 1984. Il diciannovenne Roberto Mancini ha appena concluso una mini tournée Azzurra di due partite, il rientro è previsto per il pomeriggio del giorno dopo. I veterani, i campioni del mondo di due anni prima, gli propongono un giro nella Manhattan “by night”. Certo, per i più giovani ci sarebbe il divieto, ma… Continua a leggere Bearzot, Vicini, Sacchi: i Mondiali stregati di Mancini

Io senza Mondiale? Un’assurdità

Il ct Roberto Mancini, in una chiacchierata con Paolo Condò per GQ, parla dei “suoi” talenti azzurri: “Provo affetto per Balotelli, è ovvio, ma il suo ritorno in azzurro ha motivazioni esclusivamente calcistiche. Ha soltanto 28 anni e, quindi, fa ancora in tempo a prendersi tutte le soddisfazioni che desidera perché al suo background fisico… Continua a leggere Io senza Mondiale? Un’assurdità