Bettega, un Mondiale si perde anche così

Penna Bianca racconta scandendo parole e concetti senza imbarazzo. Come quando giocava al calcio, tranquillo e sicuro. È stato, fino a pochissimo tempo fa, calciatore di lusso, Roberto Bettega: bravo da far paura, bravo da morire, jellato a tal punto da mancare il “suo” appuntamento con la “sua” nazionale: quello di Spagna. Bearzot attese l’ultimo… Continua a leggere Bettega, un Mondiale si perde anche così

I Palloni d’Oro di Gravina e l’addio di Roberto Baggio

L’idea della FIGC è quella di richiamare alcuni di quelli che hanno scritto la storia del calcio azzurro. Vialli, ne abbiamo parlato qualche giorno fa, potrebbe diventare capo delegazione, ma è solo l’inizio della rivoluzione: “Gianluca rientra in un’idea di rilancio del Club Italia –ha spiegato Gravina– e al riguardo ho pensato di coinvolgere le… Continua a leggere I Palloni d’Oro di Gravina e l’addio di Roberto Baggio

Calcioscommesse: Paolo Rossi, all’inferno e ritorno

“Io sono sempre stato convinto della sua innocenza, ma non è questo il punto. La giustizia aveva stabilito che era colpevole e lui pagava il suo debito senza invocare sconti. Ci pensai a lungo in quell’inverno che precedeva il mondiale di Spagna e prima ancora di affrontare la questione in termini tecnici mi prospettai il… Continua a leggere Calcioscommesse: Paolo Rossi, all’inferno e ritorno

Fulvio Collovati e i migliori del mondo

(Barcellona, 29 giugno ’82: Collovati su Calderón) Fulvio Collovati è sempre stato in televisione, spesso accompagnato, preceduto o seguito dalla moglie Caterina, quindi non possiamo di certo parlare di un calo di notorietà. Eppure, strano a dirsi, è uno dei campioni del Bernabeu di cui si parla meno. È stato prezioso, come tutti gli uomini… Continua a leggere Fulvio Collovati e i migliori del mondo

Bearzot, ora basta!

Il 12 ottobre del 1980, all’indomani del deludente esordio nelle qualificazioni al Mundial Spagnolo, La Gazzetta Sportiva esce con una prima pagina feroce: il ct che, meno di due anni dopo, sarebbe diventato l’eroe di Madrid, è oggetto di critiche forse eccessive (“O cambia rotta o lascia la nave“). Ma il 1980 è un anno… Continua a leggere Bearzot, ora basta!

L’ultimo Pablito

(Immagine: 11 maggio 1985, stadio San Paolo di Napoli, Italia-Cina, l’ultima di Rossi in azzurro) Ernesto Consolo racconta gli ultimi passi della corsa di Paolo Rossi nel mondo del calcio, in un bell’articolo su Soccernews24. Vediamo, qui, il suo canto del cigno con la Nazionale. Nell’estate del 1985, Pablito lascia Torino per passare ai travagliati… Continua a leggere L’ultimo Pablito

Sembra ieri

Ormai, è una tradizione: arriviamo alle celebrazioni (del titolo Mundial, in questo caso) con ventiquattr’ore di ritardo. Ricordate l’11 luglio 1982? Dove eravate? Con chi? Cosa stavate facendo? Se siete troppo giovani, forse pensate a quella data solo perché ha visto venire al mondo un fenomeno azzurro mancato come Antonio Cassano, un predestinato che ha… Continua a leggere Sembra ieri