Ricostruire da macerie radioattive: l’Italia non vince più

L’Italia -che sia di Ventura, Di Biagio, o Mancini- non sa più vincere. E quel che è peggio è che sembra sempre più appesantita dalla paura di dover dimostrare a tutti i costi il proprio valore. Il futuro può e deve tornare a essere azzurro, ma il presente è fatto di durissimo lavoro psicologico: i… Continua a leggere Ricostruire da macerie radioattive: l’Italia non vince più

Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni

“Nelle sue squadre di club è sempre stato considerato un leader, un uomo su cui fare affidamento, un calciatore che gli altri dovevano seguire (e chi lo ha seguito, soprattutto in campo, ne ha tratto parecchi benefici, con tutti i gol che faceva fare). In Nazionale invece, fin dall’Under 21 di Vicini, per poi passare… Continua a leggere Il coraggio di Mancini, indietro di quarant’anni

Gian Piero Ventura non va più all’Ikea

La battuta dell’ex ct Gian Piero Ventura -nel corso di un’ospitata a Radio Anch’io Sport– smorza (forse) un po’ l’amarezza per questa estate senza Mondiali, ma sarà molto complicato dimenticare l’Apocalisse sportiva che ha travolto la nostra Nazionale e il ruolo decisivo del tecnico ligure in quel tracollo. “È difficile smaltire la delusione -ha ammesso… Continua a leggere Gian Piero Ventura non va più all’Ikea

“Oggi, direi no alla Nazionale”

Gian Piero Ventura torna a parlare, in un’intervista rilasciata ai microfoni di Rmc Sport: “Vivo questo momento con un po’ di rabbia e di sorpresa, nel senso che negli ultimi 20 anni sono sempre stato in ritiro, per la prima volta mi ritrovo in attesa. Ho una voglia feroce di riprendere e dare delle risposte… Continua a leggere “Oggi, direi no alla Nazionale”

Niente stage, aspettando un Mbappé azzurro

Roberto Mancini ha parlato al Secolo XIX del suo lavoro sulla panchina azzurra: “Il problema di un ct è quello di rispettare le esigenze dei club e muoversi in quell’ambito. Io non chiederò gli stage o altre cose del genere, mi adeguerò alle necessità delle varie società perché avrò a che fare con calciatori che… Continua a leggere Niente stage, aspettando un Mbappé azzurro

Più che dimettermi cosa dovevo fare?

Qualche giorno fa, l’ex presidente FIGC Carlo Tavecchio, il “mostro” additato da stampa, critica e tifoseria come grande colpevole della deriva nazionale, ha analizzato il momento del pallone azzurro: “Il calcio italiano -ha detto- è meglio di quanto pensino la stampa e l’opinione pubblica: abbiamo quattro squadre in Champions League, questo significa l’ingresso di più di 100… Continua a leggere Più che dimettermi cosa dovevo fare?

Io senza Mondiale? Un’assurdità

Il ct Roberto Mancini, in una chiacchierata con Paolo Condò per GQ, parla dei “suoi” talenti azzurri: “Provo affetto per Balotelli, è ovvio, ma il suo ritorno in azzurro ha motivazioni esclusivamente calcistiche. Ha soltanto 28 anni e, quindi, fa ancora in tempo a prendersi tutte le soddisfazioni che desidera perché al suo background fisico… Continua a leggere Io senza Mondiale? Un’assurdità

“Sono felice per i miei genitori”

Ci siamo: Roberto Mancini è il nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana di calcio. Non mancano le perplessità, soprattutto a proposito della sua capacità di gestione del gruppo, ma il Mancio ha rinunciato a una barca di quattrini russi, pur di sedersi sulla panca azzurra, quindi direi che possiamo partire con una certa dose di… Continua a leggere “Sono felice per i miei genitori”

“Mancini? Ha dato la sua disponibilità”

Roberto Mancini, alla fine, dovrebbe essere il nuovo ct della Nazionale (“ha dato la sua disponibilità“, scrive Gazzetta.it). Prepariamoci ad accoglierlo con alcune dichiarazioni storiche sul rapporto tra un grande incompreso azzurro e la squadra più importante del nostro Paese. Ho un sogno: vincere da ct ciò che non ho vinto da calciatore: un Mondiale.… Continua a leggere “Mancini? Ha dato la sua disponibilità”