Le dimissioni di Bearzot

Bel lavoro di Ernesto Consolo per Soccernews24 (7 ottobre 2018). Quel giorno a Santa Margherita Ligure, chi cerca il signor Enzo Bearzot, non lo trova. Un gigantesco ascesso al dente ha deformato la sua faccia ossuta e lo ha costretto a letto. È il primo raduno post-Europeo della Nazionale, ci sono tutti. Lui si fa imbottire… Continua a leggere Le dimissioni di Bearzot

Sembra ieri

Ormai, è una tradizione: arriviamo alle celebrazioni (del titolo Mundial, in questo caso) con ventiquattr’ore di ritardo. Ricordate l’11 luglio 1982? Dove eravate? Con chi? Cosa stavate facendo? Se siete troppo giovani, forse pensate a quella data solo perché ha visto venire al mondo un fenomeno azzurro mancato come Antonio Cassano, un predestinato che ha… Continua a leggere Sembra ieri

Il Barone, il Vecio e il Presidente

“Il Vecio, o il Bea, come lo chiamavo io, (era) un secondo padre. La sua Italia del ’78 meritava il Mondiale, ma doveva vincere l’Argentina… Un Mondiale politico. Capivamo che qualcosa non andava, ovunque avevamo poliziotti alle costole, però non immaginavamo le torture, gli omicidi di Videla e compagnia. In quel Mondiale il Vecio commise… Continua a leggere Il Barone, il Vecio e il Presidente

Campioni del Mondo! O della solitudine calcistica di mio padre.

“L’11 luglio 1982 è il compleanno di tutti gli italiani“. (Paolo Rossi) Eccoci, allora (anche se con un giorno di ritardo), a celebrare i 35 anni del Mondiale di Spagna, i 35 anni della notte che segnò le vite di tutti noi. Certo, ricordiamo il 9 luglio del 2006 con grande emozione, ma il coinvolgimento… Continua a leggere Campioni del Mondo! O della solitudine calcistica di mio padre.